Contenuto principale

paninoLa nostra scuola ha partecipato al concorso nazionale “Atlanti migranti”, promosso dall’Associazione culturale lucana “Lalunaalguinzaglio” con una classe seconda ed è risultata al primo posto tra i tanti istituti in gara. Il premio è consistito in un viaggio a Matera svoltosi il 25 maggio scorso.
L’itinerario si è snodato  attraverso il mondo della storia e dell’arte con visita al Palazzo Lanfranchi , al museo di arte contemporanea MUSMA e alla mostra interattiva “Da un Capo all’Altro” che ha raccolto i migliori lavori dei fantasiosi studenti d’Italia.

Il tema del viaggio ha sempre affascinato il pensiero dell’uomo che ha proposto, dal suo bagaglio di idee, una moltitudine di spunti per elaborazioni cinematografiche, teatrali, grafiche, nonché per documentari di grande interesse, considerata l’attualità e la complessità del fenomeno delle migrazioni tra popoli, a causa soprattutto delle sanguinose guerre esistenti nel nostro pianeta.
Anche nel nostro Istituto, grazie al concorso sopra citato, abbiamo affrontato tale tematica in relazione alle migrazioni e, dopo varie discussioni e letture sull’argomento, gli studenti si sono cimentati nella realizzazione di costellazioni immaginarie riprodotte su cartoncini neri.
Così come suggerito dalle linee guida del concorso, nella casualità della bucatura del foglio, i ragazzi hanno ritrovato la sagoma di un oggetto a loro caro, da portare con sé in viaggio, esattamente come, da tempi remoti, l’uomo ha contemplato la volta celeste, ricercando un ordine, una presenza superiore, la ragione e la strada del suo cammino terrestre e spirituale.
La creazione di acrostici che avessero come parola d’origine proprio l’oggetto immaginato nella costellazione, ha poi rafforzato il carattere significativo della ricerca, esercitando così la capacità di analisi di senso e significato degli alunni.
Come momento finale, si sono raccolte le figure ottenute fino a formare un unico cielo che ha disegnato quella volta celeste, guida protettrice nell’immensità del viaggio della vita.
In particolare è risultato vincitore  l’acrostico del PANINO dello studente Francesco Marasciulo:
Partono
Angoscianti
Navigazioni
In
Numerosi
Oceani.
Il giudizio della Commissione è stato il seguente: l’acrostico si è distinto “Per la capacità di creare un ossimoro tra la percezione gitaiola del panino e quella inquieta del viaggio”.