Contenuto principale

PHOTO 2018 05 22 18 20 26Sono tanti anni che la nostra scuola partecipa al Progetto Newspapergame de “ la Gazzetta del Mezzogiorno” e dalla prima volta tutte le classi hanno partecipato lavorando per dare lustro alla istituzione scolastica di cui si sentivano orgogliosamente parte integrante. Anche quest’anno la nostra scuola si è distinta per numero di articoli pubblicati, per qualità, per varietà di argomenti trattati, dimostrando l’eccellenza della nostra didattica e la preparazione dei nostri alunni.  La scuola ha vinto nella sezione “Ambiente e territorio” dimostrando amore per la nostra terra, di conoscere i rischi legati all’incuria e al degrado, proponendo rimedi e soluzioni innovative.  Inoltre un nostro studente ha vinto il premio speciale della sezione “Inail: prevenzione e sicurezza sul lavoro” con un articolo toccante, profondo, ricco di informazioni che ha portato  la giuria composta da funzionari dell’Inail e giornalisti de ”la Gazzetta del Mezzogiorno”  a scegliere tra tantissimi articoli il suo, giudicandolo il migliore in assoluto. La festa di premiazione avvenuta il 21 maggio presso il teatro “Petruzzelli” di Bari ci ha visto protagonisti ancora una volta, grazie al brillante lavoro di coordinamento svolto della referente e all'impegno di tutto il corpo docente, guidato dalla nostra Dirigente.

invito mostra WEB okLa Scuola Michelangelo, con il Dipartimento di Arte e immagine, continua la sua riflessione sull’idea di città nell’immaginario dei ragazzi: il laboratorio di questo anno rappresenta la loro visione dei luoghi attraversati durante le nostre passeggiate didattiche, riconfigurati attraverso un processo corale ed emozionale di collage fotografico: una personale “macchina da sogno urbano”.

colombo bisNell’ambito delle iniziative sull’Educazione alla Legalità la mattina dell’11 Maggio scorso, col coordinamento della docente referente per la Legalità, il nostro istituto si è collegato in Diretta Streaming con Rai Scuola in occasione dell’evento “RegoleRai il mondo”, organizzato in media partnership con l’Associazione “Sulleregole”, rivolto a studenti e docenti di scuole medie di tutt’Italia.
Il programma si è sviluppato in un confronto diretto fra Gherardo Colombo, già magistrato presso il Tribunale di Milano, e studenti di una scuola media di Roma sul tema delle Regole e della Democrazia, con l’opportunità, per gli studenti collegati, di poter porre in diretta domande al giudice e riceverne risposte.
Alcuni passaggi salienti dell’intervento del giudice Colombo:
“Le regole si rispettano non tanto perché si ha paura di una sanzione ma perché si capiscono…esse servono a farci vivere meglio, a raggiungere un risultato positivo, un benessere… soltanto che non sempre questo ci è chiaro, perciò fatichiamo ad osservarle…”
“Avete mai pensato che giocando ai videogiochi vince sempre chi ne osserva rigorosamente le regole?...a cominciare dal fatto che per giocare è necessario accendere la consolle e spingere certi tasti etc…”
“La nostra Costituzione ha scelto il modo secondo cui  ciascuno di noi è libero tanto quanto gli altri…le regole della nostra Costituzione quindi, se fossero applicate, garantirebbero in pieno la nostra libertà…il secolo scorso è stato di una tragicità devastante proprio perché si ammetteva che le persone fossero discriminate…che qualcuno potesse e che molti dovessero…”
Pillole di Legalità per futuri cittadini sempre più consapevoli!

20180427 112016Sono molti i minorenni che, in tutti i territori del nostro Paese, vivono situazioni di devianza o vengono sfruttati da organizzazioni criminali per compiere reati. Il contesto in cui tali giovani crescono assume un ruolo fondamentale a causa della crescente povertà, non soltanto materiale, ma soprattutto educativa e culturale.
La mancata conoscenza del valore di uno stretto legame con le Istituzioni e con le comunità sociali, accentua l’isolamento e la gravità dei comportamenti.
Serve, dunque, incontrare i ragazzi per fare con loro esperienza della dimensione umana delle Istituzioni, degli strumenti e delle possibilità esistenti per prevenire il disagio e contrastare la devianza espressa da vasti strati di popolazione minorile. In questa direzione la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bari, in collaborazione con il Tribunale per i Minorenni di Bari, l’ufficio Regionale Scolastico di Bari, l’Associazione Italiana dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia (AIMMF) - Sezione di Bari e “Libera-Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie” ha offerto anche alla “Michelangelo” un percorso educativo utile a rendere più concreta la conoscenza delle problematiche attinenti al disagio, alla devianza e alla criminalità minorile nonché delle modalità d’intervento proprie della magistratura minorile.
Il 27 Aprile scorso, a conclusione del Progetto, pienamente condiviso nella sua valenza educativa dalla D.S., una delegazione delle nostre classi terze, coordinata dalla docente referente per la Legalità, è stata protagonista di una proficua interazione con un giudice onorario ed un giudice togato incaricati, realizzata a scuola per una sempre migliore formazione di futuri cittadini consapevoli.

IMG 0494Il giorno 23 aprile, un gruppo rappresentativo di alunni ha incontrato nell'auditorium della nostra scuola il p.m.Renato Nitti e il m.llo della Guardia di Finanza Ernesto Marletta, per  discutere su mafia e legalità. Con raffinata chiarezza espositiva e grande capacità comunicativa  essi hanno dato vita ad una pièces teatrale in grado di coinvolgere i nostri alunni e sensibilizzarli sugli  imprescindibili valori di una sana Cittadinanza attiva, suscitando riflessioni.

IMG 9141Il  giorno 18 aprile i nostri studenti , in occasione del progetto "Incontro con l'autore", hanno accolto a scuola  Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell'età evolutiva, coautore con Barabara Tamborini di "Ammare: vieni con me a Lampedusa", una storia coraggiosa che insegna ad amare se stessi e gli altri. Senza confini e con la speranza nel cuore.
Un incontro ricco di stimoli e riflessioni  sul valore dell'integrazione e dell' intercultura a cui la nostra scuola è particolamente attenta.

corsa fameIl giorno 9 maggio, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, nel cortile della Scuola si svolgerà la “Corsa contro la fame”, a cui parteciperanno alcune classi seconde che hanno aderito a questo Progetto.
La suddetta iniziativa di solidarietà, sostenuta dall'intera comuntà scolastica, Dirigente, docenti e alunni, è finalizzata a sensibilizzare i ragazzi al problema della fame nel mondo e a raccogliere fondi da destinare alla cura e alla prevenzione della malnutrizione infantile.